Celleno da visitare

8 agosto 2016

CELLENO DA VISITARE

Il nucleo abitativo è diviso in “Celleno Vecchio” e “Celleno Nuovo”.

entrata-castello L’antico abitato era, fino alla metà del secolo scorso, racchiuso nelle mura medievali di “Castello Orsini”. Si può accedere al Castello dalla via del Ponte, che immette nella piazza principale da porta Maggiore, oppure, attraversando la piazza del Mercato, si può entrare dall’arco di Porta Vecchia sulla destra.

Tratti di mura, spezzati segmenti di antichi percorsi si accavallano sotto l’imponente scarpa del castello e la sua torre Piccola, e introducono, girato l’angolo, alla sorprendente vista del ponte sul fossato. La Rocca del castello è l’unica parte abitata di questo mondo sospeso nel vuoto e nel tempo, che porta i segni di un passato antico ma solo recentemente e improvvisamente abbandonato: il vecchio forno, le cantine, gli orti, le vecchie abitazioni sventrate e quella che era un tempo la piazza principale.

 

vt_celleno_vecchioLa piccola chiesa di San Carlo fu fondata nel 1625, ma ben più antica l’antistante chiesa di San Donato, il cui campanile è costituito dall’alta torre che oggi rappresenta uno degli elementi più visibili da lontano del panorama di Celleno Vecchio al di sotto del quale è ben evidente un bel portale medievale del XIII secolo, parzialmente murato, che mostra un sesto intero con ampi e ricchi stipiti scolpiti a dentelli e punte di diamante. Nel XVIII secolo l’originario asse della chiesa fu ruotato e l’edificio sacro fu ampliato e organizzato in tre navate.

Fuori dalle mura castellane si può visitare la chiesa di S. Rocco con il mirabile altare barocco ed il Crocifisso ligneo del 1500.

Salendo verso “Celleno Nuovo” si percorre la Via Crucis in una salita detta dei “Misteri” che fa da sponda alla meravigliosa Valle di Celleno, tappezzata di olivi e ciliegi, fino ad arrivare al Convento di S. Giovanni Battista del 1600, con il suo bellissimo chiostro affrescato con scene della vita di Francesco di Assisi e la cappella di epoca romanica.

Celleno nuovo si distingue in modo particolare per l’attenta pianificazione urbanistica data da piazze, marciapiedi, percorsi natura e giardini, tra questi il Giardino dei Ciliegi che ospita varietà cerasicole provenienti da tutto il mondo.

Il “Palazzo della Cultura”, con la sua architettura moderna, ospita tutte le associazioni culturali di Celleno, conferenze e tutte le iniziative di carattere sociale.

Per tutte le altre attività e curiosità visitate il sito del Comune di Celleno.